Shanghai International Circuit, Scuderia Toro Rosso

Cina Grand Prixview

April 11, 2018

Non poteva esserci momento migliore per sfruttare lo slancio dell'ottimo risultato ottenuto lo scorso weekend. Ecco cosa pensano i piloti di Shanghai, un posto che ha portato fortuna a Brendon in passato...



Pierre Gasly (Car 10):


"Allo Shanghai International Circuit ci sono stato solamente in qualità di pilota di riserva Red Bull Racing, quindi guiderò su questa pista per la prima volta. È sempre emozionante scoprire un posto nuovo e questo circuito sembra davvero interessante. Come la maggior parte dei piloti, utilizzo la Playstation e mi piace girare su questa pista, quindi non vedo l'ora di farlo nella realtà. Quelle prime due curve che sembrano non finire mai sono particolarmente impegnative. Solitamente non ci metto molto a imparare un nuovo tracciato, quindi spero sia così anche in questo caso, perché trovare il giusto ritmo già al venerdì è sempre la chiave giusta per un buon weekend. Non ho ancora avuto tempo di passare del tempo a Shanghai: sono sempre entusiasta all'idea di esplorare nuove città. La loro è una cultura interessante: è bello poter vedere modi di vivere diversi rispetto a quello a cui siamo abituati in Francia o in generale in Europa, anche se Shanghai è famosa anche per il suo "quartiere francese"!".




Brendon Hartley (Car 28):


"Ho guidato sul circuito cinese alcune volte durante le gare del World Endurance Championship e abbiamo avuto un discreto successo in LMP1, con due vittorie e un secondo posto, e questo mi dà fiducia. Le gare WEC qui durano 6 ore, ma i piloti sono impegnati alla guida 2 ore ciascuno, quindi non è molto diverso da una gara di F1. La pista mi piace molto, è molto tecnica e parecchio dura con le gomme, specialmente la Curva 1: lì c'è una decina di possibili traiettorie differenti e non a caso assistiamo anche ad alcuni sorpassi folli all'interno, che fanno bene ai piloti e agli appassionati. Anche entrando nel rettilineo opposto a quello principale, c'è una curva a destra molto lunga che è davvero dura sulla gomma anteriore sinistra, dunque penso che la gestione degli pneumatici sarà un argomento fondamentale in Cina. Shanghai è di per sé una grande città, davvero internazionale, ma con una particolare atmosfera cinese: però i panorami dovranno aspettare, questa sarà una settimana molto intensa, che arriva immediatamente dopo quella del Bahrain".