Scuderia Toro Rosso, STR13

BARCELONA TEST 02 - GIORNO 4

March 9, 2018

Ultimo giorno di test invernali, qui a Barcelona. Ecco i commenti del nostro team...


Circuit de Barcelona – Catalunya (4.655 km)
Pilota: Brendon Hartley - Vettura: STR13-03
Miglior tempo: 1:18.949 - Giri: 156

T02 (4 giorni)
Totale giri completati: 498
Totale chilometri percorsi: 2318 Km
Giri completati da BH: 275
Chilometri completati da BH: 1280 Km
Giri completati da PG: 223
Chilometri percorsi da PG: 1038 Km

T01 + T02 (8 giorni)
Totale giri completati: 822
Totale chilometri percorsi: 3826 Km







Franz Tost (Team Principal):


"Dopo i problemi legati alle condizioni meteo del primo test, siamo stati piuttosto fortunati nel corso del secondo: le temperature dell'aria hanno raggiunto i 20 gradi, mentre quelle della pista i 37. Questo ha dato al team l'opportunità di imparare tanto sulla nuova vettura, sulle gomme e sull'assetto. Tuttavia, spero che in futuro si possa tornare a provare in Bahrain. Ho sempre sostenuto che per il nostro team la collaborazione con la Honda sarà molto importante, poiché ci ha dato la possibilità di approcciare progettazione e sviluppo della nuova vettura in modo nuovo, dando vita a una vera cooperazione con un motorista molto forte che ci ha portati a lavorare efficacemente insieme per migliorare il packaging nella sua totalità. Dopo aver completato i due test pre-campionato qui a Barcelona, sono soddisfatto: abbiamo percorso un totale di 3.826 chilometri in otto giorni che, alla fin fine, nella realtà sono stati sette, proprio a causa del maltempo avuto durante la prima sessione di prove della scorsa settimana. Questo rende il nostro risultato ancora migliore.


È stato bello poter vedere che siamo stati in grado di correre a buoni livelli, sia in termini di velocità che di affidabilità. La Honda ha fatto certamente un ottimo lavoro e da parte nostra siamo stati in grado di dare ai nostri piloti, a quanto pare, una vettura facile da guidare. Sia Brendon che Pierre, in questi giorni, hanno fornito feedback davvero preziosi, raccogliendo molti dati che ora analizzeremo per poterci preparare al meglio in vista della prima gara a Melbourne. Sono ottimista, ma allo stesso tempo cauto: c'è ancora tanta strada da fare! Voglio ringraziare la squadra, la Honda e i piloti: abbiamo fatto un ottimo lavoro insieme. E ora pensiamo alle gare!"

 

James Key (Technical Director):


"Si chiude un'altra giornata positiva con tanti chilometri percorsi insieme a Brendon. Oggi abbiamo replicato ciò che avevamo fatto ieri con Pierre: al mattino alcuni run sulle mescole più morbide e poco carburante a bordo, mentre il pomeriggio ci siamo concentrati su giri in configurazione gara. Anche oggi abbiamo imparato qualcosa in più riguardo le gomme e su certi aspetti legati all'assetto della vettura rispetto a quello che avevamo scoperto ieri, quindi è stato utile, ma ci sono ancora tanti dati da analizzare prima della gara. Vorrei ringraziare i nostri colleghi della Honda per l'eccellente lavoro svolto in queste ultime due settimane. Nel T2 praticamente è andato tutto bene, a parte un piccolo problema sul finire della sessione di oggi: abbiamo fermato la macchina in via precauzionale per analizzare la cosa in maniera più dettagliata, senza correre alcun rischio. Considerando che eravamo comunque vicini al completamento del nostro programma odierno, abbiamo ritenuto che fosse la cosa migliore da fare: la Honda sta ora indagando, ma comunque per il resto con loro è filato tutto liscio. Vorrei ringraziarli per il duro lavoro e l'eccellente supporto nelle ultime due settimane e per quanto fatto sul design della vettura. Questi sono stati i nostri test invernali 2018: due settimane di lavoro piuttosto intenso che sono volate via davvero veloci. Adesso non vediamo l'ora che inizi la stagione! Siamo giunti al termine di un processo iniziato più di un anno fa che è passato dalla progettazione, dallo sviluppo e dalla costruzione della STR13. Oggi siamo all'inizio della prossima fase che sarà quella di correre e sviluppare ulteriormente la vettura: non vediamo l'ora di iniziare da Melbourne, tra un paio di settimane!".






Brendon Hartley (Car 28):


"Oggi è stata un'altra buona giornata nella quale, a due ore dalla fine, abbiamo completato 156 giri. Ho avuto modo di guidare nel primo e nell'ultimo giorno di test, quindi ho aperto e chiuso le prove pre-stagione: è stato fantastico vedere quanto potenziale abbiamo sbloccato dalla STR13 e quanto lavoro si svolge dietro le quinte. Gli appassionati che guardano da casa potrebbero non rendersene conto, ma vengono coinvolte tantissime persone per far funzionare queste vetture alla perfezione! Sembriamo ben messi per lottare a centro gruppo, dove la battaglia è sempre molto intensa. Stiamo iniziando ad avere un quadro più preciso in questo senso: è stato un test davvero positivo e penso che abbiamo dimostrato molto più di quello che la gente si aspettava... e questo è fantastico! L'inizio della collaborazione con la Honda è stato ottimo, quindi penso che siamo tutti molto positivi dopo questi giorni di test e non vediamo l'ora di andare a Melbourne che, per fortuna, non è poi così lontana".






Toyoharu Tanabe (Honda F1 Technical Director):


"Oggi, Brendon ha affrontato un programma molto simile a quello che Pierre ha svolto ieri, completando così 156 giri. Entrambi i piloti sono riusciti a completare una simulazione di gara, un risultato positivo. Nel corso di questo secondo test abbiamo utilizzato sempre la stessa power unit.

Sul finire della sessione però abbiamo individuato un'anomalia nei dati provenienti dalla PU, così abbiamo deciso di fermarci, perché non ci sarebbe stato abbastanza tempo per analizzare la cosa e rimandare di nuovo in pista la vettura. Nel complesso, i risultati dei test invernali sono stati soddisfacenti, in quanto siamo riusciti a spuntare quasi tutte le voci del nostro programma, acquisendo molti dati preziosi. Cosa altrettanto importante, questi sono stati i nostri primi otto giorni di lavoro in pista insieme alla Toro Rosso.

La nostra collaborazione è stata molto aperta e onesta e la comunicazione tra tutti noi è stata efficace. Un inizio ideale , anche se era solo un test, ma adesso non vediamo l'ora di correre insieme a Melbourne".